Recent Changes

Saturday, November 5

  1. page 4 - REVISIONE FINALE edited I loro figli si chiamavano Giorgio e Gianna.

    I loro figli si chiamavano Giorgio e Gianna.
    (view changes)
  2. page 4 - REVISIONE FINALE edited I loro figli si chiamavano Giorgio e Gianna.

    I loro figli si chiamavano Giorgio e Gianna.
    (view changes)

Sunday, March 27

  1. page 4 - REVISIONE FINALE edited C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavora…

    C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare a causa del buio e quindi se ne stava in casa.
    I poliziotti non potevano acchiappare i criminali, le auto si schiantavano contro le altre auto, gli alberi non crescevano e i fiori non sbocciavano.
    La gente era disperata ma dentro di sè aveva ancora una speranza: chiamare un ingegnoso inventore di nome Frankestaing.
    Lui pensò e ripensò, provò e riprovò e alla fine decise di costruire delle lampade ad olio e di farle distribuire a tutti i cittadini.
    I cittadini gliene furono grati.
    Da allora gli abitanti avevano la luce in casa. Il problema però non era del tutto risolto: le strade erano buie e i cittadini, per uscire di casa, dovevano sempre portare con sè le lampade che erano veramente pesanti.
    Pensarono di non aver via d'uscita e di essere condannati a vivere per sempre in quel tremendo buio.
    Ma gli abitanti del villaggio non si arresero. Tornarono da Frankestaing che però confidò loro di non poterli aiutare; ki mandò però dalla strega Puzzy che abitava nella montagna Nera. Lei era una persona molto saggia e disponibile che era nadta a vivere sulla montagna perchè si era stancata della gente del villaggio.
    Un piccolo gruppo di citadini partì con le lampade e dopo qualche ora arrivò da Puzzy.
    La strega aprendo la porta in un primo momento sbuffò perchè era stata interrotta mentre stava preparando una nuova pozione magica.
    Poi però si accorse che erano gli abitanti del villaggio e capì che volevano il suo aiuto. Così li accolse con un sorriso e li fece entrare.
    I cittadini esposero a Puzzy il loro problema e lei li ascoltò attentamente. Alla fine la strega raccontò che il villaggio, molti anni prima, era illuminato da un bellissimo sole. Col passare del tempo gli abitanti diventarono sempre più egoisti, avari e scontrosi. Il sole si stancò di tanta superbia e cattiveria e decise di andarsene.
    Perciò se volevano di nuovo il sole gli abitanti dovevano cambiare il loro atteggiamento.
    Quando Puzzy ebbe finito di raccontare, i cittadini la ringraziarono e la salutarono.
    Tornati al villaggio raccontarono ciò che avevano saputo.
    Da quel giorno le cose cominciarono a cambiare: le persone diventarono più buone e disponibili.
    Un bel mattino, aprendo le finestre i cittadini rimasero quasi accecati da una luce immensa: il sole era tornato.
    Ci fu una bellissima festa che durò per parecchi giorni.
    Anche Puzzy a quel punto tornò al villaggio.

    (view changes)
    9:42 am

Tuesday, March 22

  1. page 4 - REVISIONE FINALE (deleted) edited
    3:52 am
  2. tag_del 4 - REVISIONE FINALE untagged testo collaborativo
    3:52 am
  3. page 4 - REVISIONE FINALE edited C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavor…

    C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare a causa del buio e quindi se ne stava in casa.
    I poliziotti non potevano acchiappare i criminali, le auto si schiantavano contro le altre auto, gli alberi non crescevano e i fiori non sbocciavano.
    ...
    Ma gli abitanti del villaggio non si arresero. Tornarono da Frankestaing che però confidò loro di non poterli aiutare; ki mandò però dalla strega Puzzy che abitava nella montagna Nera. Lei era una persona molto saggia e disponibile che era nadta a vivere sulla montagna perchè si era stancata della gente del villaggio.
    Un piccolo gruppo di citadini partì con le lampade e dopo qualche ora arrivò da Puzzy.
    ...
    pozione magica.
    Poi però si accorse che erano gli abitanti del villaggio e capì che volevano il suo aiuto. Così li accolse con un sorriso e li fece entrare.
    I cittadini esposero a Puzzy il loro problema e lei li ascoltò attentamente. Alla fine la strega raccontò che il villaggio, molti anni prima, era illuminato da un bellissimo sole. Col passare del tempo gli abitanti diventarono sempre più egoisti, avari e scontrosi. Il sole si stancò di tanta superbia e cattiveria e decise di andarsene.
    ...
    Ci fu una bellissima festa che durò per parecchi giorni.
    Anche Puzzy a quel punto tornò al villaggio.

    (view changes)
    3:51 am
  4. page 4 - REVISIONE FINALE edited ... La strega aprendo la porta in un primo momento sbuffò perchè era stata interrotta mentre stava…
    ...
    La strega aprendo la porta in un primo momento sbuffò perchè era stata interrotta mentre stava preparando una nuova pozione magica.
    Poi però si accorse che erano gli abitanti del villaggio e capì che volevano il suo aiuto. Così li accolse con un sorriso e li fece entrare.
    ...
    il villaggio, molti anni prima, era illuminato da un bellissimo sole. Col passare del tempo gli abitanti diventarono sempre più egoisti, avari e scontrosi. Il sole si stancò di tanta superbia e cattiveria e decise di andarsene.
    Perciò se volevano di nuovo il sole gli abitanti dovevano cambiare il loro atteggiamento.
    Quando Puzzy ebbe finito di raccontare, i cittadini la ringraziarono e la salutarono.
    Tornati al villaggio raccontarono ciò che avevano saputo.
    Da quel giorno le cose cominciarono a cambiare: le persone diventarono più buone e disponibili.
    Un bel mattino, aprendo le finestre i cittadini rimasero quasi accecati da una luce immensa: il sole era tornato.
    Ci fu una bellissima festa che durò per parecchi giorni.
    Anche Puzzy a quel punto tornò al villaggio.

    (view changes)
    3:50 am
  5. page 4 - REVISIONE FINALE edited C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare …
    C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare a causa del buio e quindi se ne stava in casa.
    I poliziotti non potevano acchiappare i criminali, le auto si schiantavano contro le altre auto, gli alberi non crescevano e i fiori non sbocciavano.
    ...
    di nome Frankestain.Frankestaing.
    Lui pensò e ripensò, provò e riprovò e alla fine decise di costruire delle lampade ad olio e di farle distribuire a tutti i cittadini.
    I cittadini gliene furono grati.
    Da allora gli abitanti avevano la luce in casa. Il problema però non era del tutto risolto: le strade erano buie e i cittadini, per uscire di casa, dovevano sempre portare con sè le lampade che erano veramente pesanti.
    ...
    a vivere per sempre in quel tremendo buio.
    Ma gli abitanti del villaggio non si arresero. Tornarono da Frankestaing che però confidò loro di non poterli aiutare; ki mandò però dalla strega Puzzy che abitava nella montagna Nera. Lei era una persona molto saggia e disponibile che era nadta a vivere sulla montagna perchè si era stancata della gente del villaggio.
    Un piccolo gruppo di citadini partì con le lampade e dopo qualche ora arrivò da Puzzy.
    La strega aprendo la porta in un primo momento sbuffò perchè era stata interrotta mentre stava preparando una nuova pozione magica.
    Poi però si accorse che erano gli abitanti del villaggio e capì che volevano il suo aiuto. Così li accolse con un sorriso e li fece entrare.
    I cittadini esposero a Puzzy il loro problema e lei li ascoltò attentamente. Alla fine la strega raccontò che il villaggio,

    (view changes)
    3:42 am
  6. page 4 - REVISIONE FINALE edited C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare…
    C'era una volta un paese che viveva nel buio. Tutti i giorni la gente non poteva andare a lavorare a causa del buio e quindi se ne stava in casa.
    I poliziotti non potevano acchiappare i criminali, le auto si schiantavano contro le altre auto, gli alberi non crescevano e i fiori non sbocciavano.
    La gente era disperata ma dentro di sè aveva ancora una speranza: chiamare un ingegnoso inventore di nome Frankestain.
    Lui pensò e ripensò, provò e riprovò e alla fine decise di costruire delle lampade ad olio e di farle distribuire a tutti i cittadini.
    I cittadini gliene furono grati.
    Da allora gli abitanti avevano la luce in casa. Il problema però non era del tutto risolto: le strade erano buie e i cittadini, per uscire di casa, dovevano sempre portare con sè le lampade che erano veramente pesanti.
    Pensarono di non aver via d'uscita e di essere condannati a vivere

    (view changes)
    3:35 am
  7. page 4 - REVISIONE FINALE (deleted) edited
    2:28 am

More